Valutatori Immobiliari

Direttiva mutui UE – Certificazione dei Valutatori – in vigore dal 21/3/16

La Direttiva mutui 2014/17/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 4 febbraio 2014 in merito ai contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali, prevede all’Articolo 19 Valutazione dei beni immobili:

…omissis… Gli Stati membri provvedono affinché i periti interni ed esterni che conducono valutazioni di beni immobili siano competenti sotto il profilo professionale …omissis…

La norma UNI 11558:2014 definisce:

 “Il valutatore immobiliare possiede le necessarie qualifiche, conoscenze, abilità e competenze per esercitare l’attività di stima e valutazione immobiliare nel rispetto del codice di condotta. La competenza primaria del Valutatore iImobiliare consiste nell’assoluta padronanza di tutte le procedure tecnico estimative finalizzate all’individuazione di ogni valore afferente la gestione, il possesso, la proprietà, la transazione, i diritti reali o di godimento dei beni immobiliari e dei beni mobiliari in essi contenuti. Trasversalmente, il Valutatore Immobiliare deve possedere specifiche competenze atte a poter definire e superare ogni criticità connessa all’Asset e Property management dell’asse immobiliare. In particolare risultano fondamentali le competenze inerenti la buona padronanza della gestione e valorizzazione immobiliare.”

  (rif. Norma UNI 11558:2014)

La norma UNI 11558:2014 e la Prassi UNI PdR 19/2016, per i candidati con comprovata ed elevata qualificazione (con almeno 10 anni di esperienza professionale), prevedono la possibilità che il comitato di delibera effettui la valutazione sulla base dell’analisi dei titoli presentati dal candidato e decida l’esonero dall’esame scritto. 

In caso di valutazione positiva il candidato è chiamato a sostenere un colloquio orale da svolgersi durante la prima sessione di esami utile. 

Per informazioni:

tel. 366 9112882

Requisiti per l’accesso all’esame

I requisiti per accedere all’esame di certificazione del Valutatore Immobiliare riguardano: 

– la legittimazione allo svolgimento dell’attività di valutatore immobiliare sulla base della legislazione vigente 

– l’istruzione 

– l’esperienza professionale 

– la formazione professionale

L’esame di Certificazione prevede due prove scritte ed una eventuale prova orale.

Le due prove scritte si articolano come segue:

Prova a)

– a1. test con 20 domande a risposta chiusa; la sufficienza viene raggiunta totalizzando almeno il 50% di risposte corrette (almeno 10 risposte esatte su 20). Tempo a disposizione 40 minuti.

– a2. test con 5 esercizi sostenute dall’evidenza del calcolo; la sufficienza viene raggiunta totalizzando almeno il 50% di risposte corrette. Tempo a disposizione 80 minuti.

Prova b) differenziata per i due livelli Base e Avanzato

analisi e risoluzione di n° 1 un caso di studio in cui, data una particolare situazione valutativa, viene richiesta la soluzione tecnica, da elaborare con calcoli, e/o la discussione e/o disamina dottrinale del medesimo argomento; nella prova sono previste domande (in numero differenziato per il livello base e per il livello avanzato); la sufficienza viene raggiunta totalizzando almeno il 50% di risposte corrette. Tempo a disposizione 120 minuti.

Il superamento dell’esame è garantito con un punteggio complessivo non inferiore al 60 %.

Nel caso in cui il candidato abbia raggiunto un punteggio totale uguale o maggiore al 55% ma inferiore al 60%, e quindi non sia raggiunta la sufficienza necessaria per il superamento dell’esame, la commissione può decidere di approfondire le tematiche carenti con un esame orale. La durata dell’esame orale è indicativamente di 20 minuti a candidato.

L’insieme delle prove deve dare una ragionevole copertura dell’insieme delle competenze che afferiscono alla professione.

E’ possibile ripetere l’esame.

La domanda di Certificazione

La documentazione da presentare per partecipare all’esame è la seguente:

  • Domanda di Certificazione
  • Curriculum Vitae
  • Evidenza istruzione (titolo di studio)
  • Evidenza esperienza professionale (almeno 3 anni)
  • Copia della Polizza Assicurativa
  • Copia di un documento d’identità in corso di validità

Per compilare la domanda di Certificazione scaricare l’allegato e l’informativa ai sensi dell’art.13 del Dlgs n. 196/2003 in materia di protezione dei dati personali.